Attuazione del Programma di Sviluppo Rurale







In quasi tutte le Regioni italiane è ormai entrato in vigore lo strumento del Programma di Sviluppo Rurale per il quinquennio 2007 – 2013.

 
Il contenuto del piano prevede quattro assi strategici che contengono una serie di misure volte a sviluppare e qualificare le imprese  e le attività agricole, in stretta relazione con la tutela e valorizzazione del territorio rurale e montano.
 
L’articolazione all’interno dei singoli assi è la seguente:
 
  • Asse 1: Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale

 
 
a) misure intese a promuovere la conoscenza e sviluppare il potenziale umano, in particolare:
 
111 Formazione, informazione e diffusione della conoscenza
 
112 Insediamento di giovani agricoltori
 
114 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali
 
 
b) misure intese a ristrutturare e sviluppare il capitale fisico e promuovere l'innovazione, in particolare:
 
121 Ammodernamento delle aziende agricole
 
122 Migliore valorizzazione economica delle foreste
 
123 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali
 
124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e in quello forestale
 
125 Miglioramento e sviluppo delle infrastrutture in parallelo con lo sviluppo e l’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura
 
125 A. Gestione idrica e salvaguardia idraulica del territorio
 
125 B.   Infrastrutture di accesso ai terreni agricoli e forestali, approvvigionamento energetico ed idrico
 
 
c) misure intese a migliorare la qualità della produzione e dei prodotti agricoli, in particolare:
 
132 Sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità alimentare
 
133 Attività di informazione e promozione dei prodotti agroalimentari di qualità
 
 
  • Asse 2: Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale

 
 
a) misure intese a promuovere l'utilizzo sostenibile dei terreni agricoli, in particolare:
 
211 Indennità a favore degli agricoltori delle zone montane
 
214 Pagamenti agroambientali
 
216 Investimenti non produttivi
 
 
b) misure intese a promuovere l'utilizzo sostenibile delle superfici forestali, in particolare:
 
221 Imboschimento di terreni agricoli
 
223 Imboschimento di superfici non agricole
 
226 Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi
 
 
  • Asse 3: Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale

  •  

 
 
a) misure intese a diversificare l'economia rurale, in particolare:
 
311 Diversificazione verso attività non agricole
 
311 A. Agriturismo
 
311 B. Produzione di energia rinnovabile
 
311 C. Altre attività di diversificazione (turismo rurale, fattorie didattiche)
 
312 Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle imprese
 
313 Incentivazione di attività turistiche
 
 
b) misure intese a migliorare la qualità della vita nelle zone rurali, in particolare:
 
321 Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale
 
323 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale
 
323 A. Formazione Piani di Gestione siti Natura 2000
 
323 B. Recupero, riqualificazione e valorizzazione del patrimonio rurale
 
323 C. Salvaguardia e valorizzazione degli alpeggi
 
 
  • Asse 4: Attuazione dell’approccio Leader

 
410  Strategie di sviluppo locale
 
421 Cooperazione interterritoriale e transnazionale
 
431   Gestione dei Gruppi di Azione Locale, acquisizione di competenze e animazione sul territorio
 
 
 
 
Ruralp è in grado di fornire supporto, assistenza e consulenza per l’attivazione delle diverse misure del Programma di Sviluppo Rurale 2007 – 2013.
 
 
Richiedi una consulenza od un preventivo: scrivi@ruralp.it
 
 



Scarica la guida al PSR della Regione Lombardia


Collegamenti